La carta elegante – Dal 3 al 17 febbraio il Museo Civico “Romanazzi Carducci” di Putignano

  • 0
  • 86 views

Comunicato stampa

La carta elegante

Dal 3 al 17 febbraio il Museo Civico “Romanazzi Carducci” di Putignano ospita la mostra personale dell’artista della cartapesta Luigia Bressan: un’esposizione 
creativa dallo stile fiabesco, tra abiti-scultura, illustrazioni 
raffiguranti Farinella e composizioni musicali

INAUGURAZIONE: 
Sabato 3 febbraio ore 18.30 – Museo Romanazzi Carducci, Putignano 

Ingresso libero 

Fragile e robusta, ruvida e femminile. Elegante. La cartapesta – materiale “povero” alla base della tradizione putignanese dei carri del Carnevale, assume un’inedita grazia quando è lavorata dalle mani di Luigia Bressan, illustratrice, pittrice, scultrice originaria proprio di Putignano che, da sabato 3 a sabato 17 febbraio sarà ospite del Museo Civico “Romanazzi Carducci” con la sua mostra personale dal titolo “La carta elegante” (Piazza Plebiscito 16, Putignano – Ingresso libero). 

La mostra, che rientra nel fitto programma di eventi collaterali della 630^ edizione del Carnevale di Putignano dal titolo “Carnevale da capogiro”, sarà inaugurata sabato 3 febbraio alle ore 18.30 alla presenza dell’artista, della sindaca di Putignano, Luciana Laera, dell’assessora alla Cultura del Comune di Putignano, Rossana Delfine e la presidente della Fondazione Carnevale di Putignano  Carmela Curci.

Un’esposizione creativa dallo stile fiabesco e sognante, in cui l’antica arte della cartapesta, patrimonio culturale e storico identificativo della città di Putignano, si mostra nella sua forma più inaspettata: elegante, silenziosa, poetica. In questa mostra la cartapesta diviene veicolo di una dichiarazione di intenti, un’esortazione alla ricerca del bello come punto di partenza, traguardo e percorso a cui l’artista vota la propria vita, in un’ottica che vede nell’arte una missione: comunicare emozioni e ricondurre il visitatore ad un tempo altro, tra i fasti di un’epoca antica, intrecciando il ricordo di ciò che era con le innovazioni dei tempi moderni.

E così, la mostra di Luigia Bressan raccoglie disegni raffiguranti la maschera di Farinella – grande protagonista del Carnevale di Putignano – e sculture di cartapesta raffiguranti abiti e corsetti sette-ottocenteschi e li mescola in una sorta di danza dell’arte sulle note del musicista barese Giuseppe De Trizio, le cui composizioni costituiscono la colonna sonora diffusa lungo l’intera esposizione. I tessuti di carta prendono fedelmente la forma di antichi modelli come in un gioco di bambole, dove i corsetti si reinventano piccole armature del cuore, prendono il nome della musica che li ispira. Nonostante la sua fragilità, la cartapesta offre alla forma scultorea degli abiti un carattere forte, austero, elegante, semplicemente femminile.

L’intera mostra utilizza e reimpiega materie prime ecosostenibili e a basso impatto ambientale. Grazie ad un’ispirazione e ad una sensibilità strettamente legate all’ambiente, infatti, il mondo dell’arte e quello della natura si stringono in un rapporto simbiotico, dove le sculture generate con colla di farina e carta di giornale rappresentano una forma d’arte contemporanea caratterizzata dall’intervento diretto dell’artista sugli elementi naturali. Un’espressione artistica che parla di ecologia, giustizia sociale, democrazia, non violenza: l’arte, grazie anche alla tecnologia che può essere un valido supporto per lo sviluppo sostenibile, ha infatti il compito di comunicare agli esseri umani le condizioni ottimali per amare e tutelare la Terra, facendo leva sui sentimenti e trasmettendo tutte le informazioni utili per smuovere le coscienze.

“Ho accolto l’ispirazione senza aggiungere nulla, restando io stessa spettatrice della mia anima che ha disegnato e modellato le forme – racconta Luigia Bressan –. Le opere sono nate in me come una danza, forme e colori senza tempo che seguono note in divenire. Dedico la mia personale ai viaggiatori dell’anima, a chi sente che noi umani non siamo fatti per cose piccole o tiepide, soprattutto le nostre anime non lo sono”, conclude l’artista. 

Luigia Bressan

Pittrice, scenografa ed esperta nell’Arte della Cartapesta, vive e lavora a Putignano (Ba). Avviato il suo percorso artistico come pittrice con uno stile figurativo e con particolare propensione all’illustrazione e al disegno a penna, nel 2000 si avvicina al mondo della cartapesta affiancando, per nove anni, il maestro cartapestaio Franco Giotta nell’ideazione e realizzazione di carri allegorici. Da anni collabora con diverse compagnie teatrali nella progettazione di maschere, scenografie e burattini. Nel 2010 la sua cartapesta inizia ad intrecciarsi al mondo della moda e a salire in passerella, dapprima con estrose maschere-cappello, in seguito con eleganti abiti realizzati interamente in cartapesta e indossati dalle modelle. Nel 2011 Luigia Bressan crea a Putignano una mostra di corsetti realizzati interamente con questo materiale dal titolo “Moda e Cartapesta”.

La carta elegante 

Dal 3 al 17 febbraio – Museo Civico “Romanazzi Carducci” 

Piazza Plebiscito 16, Putignano

Ingresso libero 

Orari 

Sabato 3 febbraio: dalle 18.00 alle 21.00 

A seguire,

Martedì, mercoledì e venerdì: dalle 9.00 alle 13.00

Giovedì: dalle 9.00 alle 13.00 e dalle 19.00 alle 21.00

Sabato: dalle 9.00 alle 13.00 e dalle 19.00 alle 22.00

Ufficio stampa 

La carta elegante 

Serena Manieri 





Pubblicato su www.bari-e.it – Bari e…

Leggi qui tutto l’articolo

A SPAZIOleARTI sabato 3 febbraio SINDROME ITALIA. O DELLE VITE SOSPESE
Precedente A SPAZIOleARTI sabato 3 febbraio SINDROME ITALIA. O DELLE VITE SOSPESE
Bari, un programma di governo della città: dal brainstorming ad un piano di manutenzione
Successivo Bari, un programma di governo della città: dal brainstorming ad un piano di manutenzione

Leave a Comment:

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.