Concorso nazionale scrittura creativa: scuola brindisina in finale

  • 0
  • 16 views

BRINDISI – Ventinovemilasettecentosettantadue racconti. E tra questi ce ne sono tre dell’Istituto comprensivo “Commenda” che, oggi, sono finalisti nella decima edizione del concorso nazionale di scrittura creativa “Scrittori di classe” promosso da “Conad – Insieme per la scuola” e rivolto alle scuole Primarie e Secondarie di Primo Grado. Le classi finaliste al Concorso sono: la 1A della scuola secondaria di I grado, “Giulio Cesare”, guidata dalla professoressa Manuela Battista e che giunge in finale con il racconto dal titolo “Un intruglio speciale”; la 4A e la 3C della scuola primaria “Collodi”, che, guidate rispettivamente dalla maestra Manuela Nico e dalla maestra Luciana Giannello, giungono in finale con i racconti “Forza e bellezza della poesia” e “Oltre l’apparenza”.

Un risultato sorprendente e che rappresenta soprattutto una bella conferma per l’Istituto. Solo i tre racconti dell’Ic Commenda in tutta la provincia di Brindisi. “Credo che, prima di tutto, – afferma la dirigente scolastica, Patrizia Carra – questo traguardo raggiunto sia una grande soddisfazione per i nostri ragazzi che hanno dimostrato un enorme impegno per la realizzazione del proprio racconto. Il loro successo ci conferma che continuare a insistere sulla scrittura come esercizio che può tramutarsi, peraltro, in passione, è una carta vincente: quella giusta; quella che ci aiuta a riavvicinarci al nostro mondo interiore e ai nostri pensieri, in una società in cui la scrittura e, soprattutto, la cura della scrittura, vengono spesso messi in secondo piano. Sono orgogliosa di loro perché dimostrano di avere sempre l’entusiasmo giusto per affrontare nuove sfide e di saper lavorare in sinergia per giungere ad un prodotto condiviso da tutti.”

“In secondo luogo – continua la dirigente – penso che si possano ottenere alcuni risultati solo se si vive in un ambiente costruttivo, in cui l’unione e il confronto sono importanti e in cui ognuno è parte insostituibile di un ingranaggio che funziona soltanto se tutti i pezzi funzionano. I docenti nel nostro Comprensivo lavorano fianco a fianco sia in modo verticale, attraverso tutti gli ordini di scuola, sia nei rispettivi plessi, confrontandosi in un clima positivo di crescita culturale. Ancora una volta mettersi alla prova dimostra che, nella vita, si può sempre guardare un po’ più in là e non limitare i propri orizzonti.”

Le docenti delle classi interessate hanno voluto esprimere la loro soddisfazione affermando che il lavoro degli insegnanti rappresenta ogni giorno una sfida e una continua ricerca del modo giusto per comunicare ai ragazzi la passione per la propria materia. La scuola è, d’altra parte, un luogo in cui ogni esperienza diventa motivo di crescita, un osservatorio privilegiato da cui si possono guardare i ragazzi spiccare il volo.  Si vorrebbe essere sempre lì, presenti, per sostenerli, ma bisogna accontentarsi di accompagnarli per un breve tratto della loro vita. Questo, però, è sicuramente uno di quei momenti in cui il lavoro e gli sforzi di tutti gli insegnanti vengono pienamente ripagati, basti guardare i sorrisi e la soddisfazione dei ragazzi.

L’Istituto comprensivo “Commenda”, insomma, anche questa volta, ha saputo essere protagonista di una iniziativa che, a livello nazionale, da anni ha come obiettivo quello di diffondere valori fondamentali come il piacere della lettura e della scrittura; un concorso che spinge i docenti ad un approccio alla didattica più dinamico e a misura degli studenti, in un’ottica di sostegno e crescita culturale delle future generazioni.

Pubblicato su www.brindisireport.it –

Leggi qui tutto l’articolo

Quasi 2mila euro di multa per camionista a Bari
Precedente Quasi 2mila euro di multa per camionista a Bari
Perde il controllo dell’auto e questa si ribalta: soccorsa la giovane conducente
Successivo Perde il controllo dell’auto e questa si ribalta: soccorsa la giovane conducente

Leave a Comment:

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.