Castellana Grotte, chieste condanne per l’ex sindaco e altre otto persone: abuso d’ufficio verso l’allora comandante della polizia locale

  • 0
  • 14 views

La Procura di Bari ha chiesto nove condanne, da uno a tre anni di reclusione, per ex componenti della giunta comunale e del Nucleo indipendente di valutazione di Castellana Grotte (Bari), accusati di concorso in abuso d’ufficio nei confronti dell’ex comandante della polizia locale Oronzo Cisternino. I fatti contestati risalgono agli anni tra il 2013 e il 2017.
La condanna a tre anni è stata chiesta per l’ex sindaco Francesco Tricase, a cui sono contestati tre episodi di abuso d’ufficio. La sua giunta, infatti, avrebbe assegnato “gli obiettivi e le risorse ai dirigenti di tutti i settori”, come si legge nelle carte dell’accusa, “tranne alla polizia locale”. In particolare, “gli obiettivi di entrata della polizia locale”, come i proventi dei verbali, sarebbero stati assegnati ad altri e non al comandante, come invece previsto da regolamento. Nei piani delle performance per i dirigenti, poi, la polizia locale sarebbe stata costantemente ignorata.
Per le stesse vicende è stata chiesta la condanna a due anni per l’ex segretario generale del Comune, Gerardo Gallicchio, e la condanna a un anno e sei mesi per gli allora assessori Giovanni Bianco, Maurizio Pace, Cinzia Valerio e Antonio Campanella. Per tre componenti del Nucleo indipendente di valutazione del Comune (Elio Partipilo, Enrico Benedetto e Gianluca Gentile) è stata chiesta la condanna a un anno.
Tricase, in primo grado, è stato già condannato a due anni di reclusione (sempre per abuso d’ufficio) per aver dequalificato professionalmente Cisternino, vincitore del bando di concorso come comandante della polizia municipale ma assunto come specialista di vigilanza.

Pubblicato su bari.repubblica.it – repubblicawww@repubblica.it (Redazione Repubblica.it)

Leggi qui tutto l’articolo

Taranto, stop al sindaco Melucci da Pd, Cinque stelle e le forze del centrosinistra: “Necessario ripristinare la maggioranza”
Precedente Taranto, stop al sindaco Melucci da Pd, Cinque stelle e le forze del centrosinistra: “Necessario ripristinare la maggioranza”
Droga nell’auto dell’amante della moglie, Filograno dopo l’assoluzione: “Io vittima di un processo mediatico”
Successivo Droga nell’auto dell’amante della moglie, Filograno dopo l’assoluzione: “Io vittima di un processo mediatico”

Leave a Comment:

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.