A Taranto il panettone è prodotto dai detenuti: “Non è solo un dolce di Natale ma una speranza per il domani”

  • 0
  • 19 views

Si chiama “Fieri Potest”, che significa “si può fare”, ed è il primo panettone artigianale prodotto in carcere. Il progetto è nato nella casa circondariale “Carmelo Magli” di Taranto, dove è stato inaugurato un laboratorio professionale di produzione artigiane dolce e salata. Il progetto, realizzato dalla cooperativa sociale Noi e Voi che gestisce il laboratorio, ha coinvolto tre detenuti.

Pubblicato su bari.repubblica.it – repubblicawww@repubblica.it (Redazione Repubblica.it)

Leggi qui tutto l’articolo

Bari, in piazza Umberto arriva la pista di pattinaggio: “Aperti fino alla mezzanotte”
Precedente Bari, in piazza Umberto arriva la pista di pattinaggio: “Aperti fino alla mezzanotte”
“Toccava le sue studentesse, ma non c’era malizia”: la giudice assolve un professore di educazione fisica a Trani
Successivo “Toccava le sue studentesse, ma non c’era malizia”: la giudice assolve un professore di educazione fisica a Trani

Leave a Comment:

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.