A Bari è vietato baciarsi: una curiosa legge del passato

  • 0
  • 27 views

Le Terre di Bari sono state ricche di personaggi interessanti e curiosi ma anche alcune delle sue leggi non sono da meno. Oggi, grazie all’aiuto dei testi dello storico Vito Antonio Melchiorre, vi parliamo di una legge che vietava di baciarsi. Sì, avete capito bene: niente baci!

Sin dai tempi di re Roberto d’Angiò (1278-1343) sovrano del Regno di Napoli baciare in pubblico era considerato un reato che dava origine a cattivo esempio e scandali:

gravissimo il delitto di baciar le donne per forza nelle loro case, nelle chiese, nelle strade pubbliche, ed in altri luoghi

Per questo “delitto” c’era addirittura con la pena di morte (?).

Baciarsi è un reato!

Fortunatamente, nel 1563 il viceré del Regno di Napoli Pedro Afán de Ribera (1509-1571) pur richiamando la norma riformulò la pena: per un bacio “rubato” il rimedio era semplicemente il matrimonio.

Una sorta di legge ante litteram del matrimonio riparatore.

Melchiorre riporta che fra gli atti notarili da lui visionati, molti cittadini di Bari furono costretti a convolare a giuste nozze solo per evitare pene più severe, non mancarono inoltre casi di donne che usarono la loro scaltrezza per farsi sposare o semplicemente per affrettare le nozze, dichiarando il falso o usando la legge a loro vantaggio.

Casi curiosi

Fra i casi più curiosi, cita una certa Caterina Nardi che nel 1708 per affrettare le nozze con il suo innamorato Nicolò Ubaldini si fece baciare pubblicamente in chiesa, obbligandolo a quella proposta di matrimonio che tardava ad arrivare e nel 1744 una certa Angela Frappampina di Carbonara che prima accusò i giovani Natale Pasquale e Anna Iacobellis di essersi baciati e poi ritrattò tutto, quando scoprì di essere incinta dello stesso ragazzo da lei accusato.

Chiaramente, ormai i tempi sono cambiati ed è un bene che certe norme facciano parte del nostro passato, sennò giudici e preti sarebbero sempre sovraccarichi di lavoro.


Bibliografia:

  • Vito Antonio Melchiorre, Storie baresi, Levante Editori, Bari 2010

Link Wikipedia Pedro Afán de Ribera:

https://it.wikipedia.org/wiki/Pedro_Af%C3%A1n_de_Ribera

© 2023 Tutti i diritti riservati


Da anni collabora come redattore, fotoreporter e social media manager per testate giornalistiche on-line. Persona curiosa e intraprendente, Ha coltivato negli anni diversi hobby.





Pubblicato su www.bari-e.it – Nicola Antonio Imperiale

Leggi qui tutto l’articolo

chi calcia i rigori dell’Italia?
Precedente chi calcia i rigori dell’Italia?
dalle spiagge al gol con il Bari in Serie B
Successivo dalle spiagge al gol con il Bari in Serie B

Leave a Comment:

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.