Sabato 11 e domenica 12 novembre L’Orchestra Sinfonica di Matera

  • 0
  • 32 views

Comunicato stampa

Raccontare ed eseguire Vivaldi oggi

L’Orchestra Sinfonica di Matera, con la collaborazione attiva del Festival Duni e del Comune di Pomarico e dedica un fine settimana al grande compositore veneziano e “anche lucano” Antonio Vivaldi

Sabato 11 e domenica 12 novembre l’Orchestra Sinfonica di Matera, in coproduzione con il Festival Duni e la collaborazione del Comune di Pomarico e dell’Istituto Italiano Antonio Vivaldi dedicherà due intense giornate al grande compositore Antonio Vivaldi. Il primo appuntamento sarà a Pomarico, sabato 11 novembre alle ore 19:00, si continua domenica 12 novembre alle 10:00 sempre a Pomarico con la giornata di studi “Eseguire Vivaldi oggi” per concludere il fine settimana vivaldiano domenica alle 20:30 con il concerto dell’Orchestra Sinfonica di Matera con il controtenore Nicolò Balducci dedicato al grande compositore veneziano nell’Auditorium del Conservatorio “Egidio Romualdo Duni” di Matera.

Nicolò Balducci (Ph Paolo Donato)
Nicolò Balducci (Ph Paolo Donato)

Si comincia a Pomarico, sabato 11 novembre alle ore 19:00, nelle sale settecentesche del Palazzo Marchesale Donnaperna con il concerto organizzato dall’Orchestra Sinfonica di Matera in coproduzione con il Festival Duni che vedrà l’esibizione del controtenore Nicolò Balducci con l’Orchestra diretta dal maestro Francesco D’Orazio. Il programma di questa esibizione si snoda attraverso il ricco repertorio delle composizioni di Vivaldi: tre concerti, una sinfonia, arie da quattro melodrammi (Giustino del 1724, Farnace del 1727, Olimpiade del 1734 e Bajazet del 1735) e incursioni nel campo sacro (un Salmo e un’aria dall’oratorio Juditha Triumphans del 1716).

“La novità di questa tappa della XXIV edizione del Festival Duni è la stretta collaborazione tra un Festival specializzato nella musica antica, come il Festival Duni, e l’ormai consolidata Orchestra Sinfonica di Matera, superando le barriere ideologiche nascoste sotto il feticcio della filologia” spiega Dinko Fabris, direttore artistico del Festival “questo feticcio filologico, come dicevo, è ormai ampiamente superato: l’orchestra sarà diretta infatti da un musicista “barocchista” con prime parti e basso continuo “storicamente informati”, come oggi si usa definire, oltre alla presenza della voce di controtenore di un giovane cantante specialista, formato a Matera e lanciato ormai a livello internazionale”

In questo intenso week end vivaldiano è stata inserita una Giornata di Studi, che corona i due concerti a Pomarico e Matera nel nome di Antonio Vivaldi, “anche” lucano, con la partecipazione di illustri studiosi e musicisti italiani e stranieri sul tema attualissimo di come è possibile eseguire oggi la musica di Vivaldi per renderla il più possibile popolare e fruibile per la nostra contemporaneità. Domenica 12 novembre alle 10:00 ancora a Pomarico nel Palazzo Marchesale Donnaperna avrà luogo la giornata di studi “Eseguire Vivaldi oggi” realizzata in collaborazione con l’Istituto Italiano Antonio Vivaldi e la Fondazione Cini di Venezia che ospiterà sette esperti di musica antica di diverse nazioni coordinati dal prof. Dinko Fabris, musicologo dell’Università della Basilicata a Matera e all’Università di Leiden, direttore artistico del Festival Duni. Interverranno: Francesco Fanna, direttore dell’Istituto Italiano Antonio Vivaldi, Fondazione Cini di Venezia; Olivier  Fourés, musicologo dal Real Conservatorio superior de música di Madrid; Franziska Fleischanderl, musicista specialista di salterio; Annamaria Bonsante, musicologa e musicista del Conservatorio di Bari; Federico Maria Sardelli, musicologo, musicista e direttore d’orchestra specialista di Vivaldi; Bettina Hoffmann, docente di viola da gamba del Conservatorio di Vicenza e Scuola di Musica di Fiesola; Francesco D’Orazio, violinista e direttore d’orchestra, specialista di musica antica e contemporanea, docente al Conservatorio di Bari. L’incontro sarà in modalità mista (con alcuni interventi online) e inaugura una serie di incontri scientifici su storia e prassi esecutiva della musica antica che caratterizzeranno nel 2024 il venticinquesimo anniversario del Festival Duni.

“Il coinvolgimento del Comune di Pomarico rientra nella volontà di collegare il nome prestigioso di Vivaldi alla sua origine anche lucana, per via della madre Camilla, moglie di un violinista bresciano e figlia di Camillo Calicchio, che nel 1649 a ventun anni aveva lasciato la nativa Pomarico per cercare fortuna come barbiere a Venezia” specifica Fabris “Giustamente da una decina d’anni, quando era giunta la notizia del nonno pomaricese, la città di Pomarico è orgogliosa di avere un discendente così importante per la storia della musica universale e ha avviato numerose iniziative, quest’anno concordate con l’Orchestra Sinfonica di Matera che ha coinvolto poi il Festival Duni.”

Il sindaco di Pomarico Francesco Mancini sottolinea il lavoro della sua amministrazione dichiarando “Abbiamo deciso di sostenere l’Orchestra Sinfonica di Matera in questa retrospettiva su Antonio Vivaldi perché crediamo fortemente che, continuando ad approfondire la conoscenza di questo grande maestro, il nostro territorio possa costruirsi intorno un’identità di elevato valore e creare sviluppo, cultura e un senso di grande appartenenza”. Sul valore di questo tipo di iniziative, l’assessore alla cultura Beatrice Difesca dichiara “Sarà un vero onore ospitare la giornata di studi dedicata ad Antonio Vivaldi con la partecipazione di importanti studiosi e musicisti nelle sale del nostro Palazzo Marchesale per continuare a tessere un filo che collega Pomarico a Venezia, il sud e il nord Italia, nel solco della musica che unisce uomini, culture e territori”

La due giorni si concluderà domenica 12 novembre alle 20:30 con il concerto dell’Orchestra Sinfonica di Matera con il controtenore Nicolò Balducci dedicato al grande compositore veneziano nell’Auditorium del Conservatorio “Egidio Romualdo Duni” di Matera.

“L’11 Novembre a Pomarico e il 12 Novembre a Matera avrò il piacere di tornare a dirigere l’Orchestra Sinfonica di Matera in una coproduzione con il Festival Duni interamente dedicata ad Antonio Vivaldi, il cui nonno era originario proprio di Pomarico” commenta il Maestro Francesco D’Orazio che dirigerà l’Orchestra Sinfonica di Matera “Eseguiremo alcune pagine strumentali, Concerti e Sinfonie, cercando di restituire al pubblico una maniera di suonare attenta alla prassi esecutiva storica. Insieme al formidabile giovanissimo cantante, Nicolò Balducci, ormai lanciato in una importante carriera internazionale, suoneremo inoltre delle Arie tratte da opere teatrali vivaldiane, dal Laudate Pueri e dalla Juditha Triumphans. Sarà sorprendente ascoltare questi lavori la cui ricchezza e varietà espressiva, il virtuosismo e la comunicativa non finiscono mai di stupire”.

Antonio Vivaldi è oggi uno dei musicisti di ogni epoca più conosciuti e più eseguiti nel mondo, ma era stato completamente dimenticato dopo la sua morte, avvenuta a Vienna nel luglio 1741 in totale povertà tanto da essere seppellito in una fossa comune. Soltanto nel tardo Ottocento il suo nome cominciò nuovamente a circolare grazie ai primi musicologi che avevano riscoperto la musica di Bach, quando ci si accorse che il grande compositore tedesco aveva rimaneggiato diverse composizioni dell’allora sconosciuto Vivaldi, per cui valeva la pena di approfondirne la conoscenza. Dopo alcuni isolati tentativi, fu nel 1939 che il compositore veneziano ebbe la sua vera rinascita, grazie alla Settimana musicale senese a lui dedicata da Sebastiano Arturo Luciani e Alfredo Casella. Negli stessi anni grazie ad una donazione privata, furono riscoperte centinaia di composizioni di Vivaldi depositate presso la Biblioteca Nazionale di Torino, tra cui molti autografi, che permisero di avviare la prima edizione delle opere complete di Vivaldi. Dal 1984 l’Istituto, oggi diretto da Francesco Fanna presso la Fondazione Cini di Venezia, ha avviato l’Edizione critica delle opere di Vivaldi tuttora in corso, cui collabora attivamente Francesco Maria Sardelli, ospite della giornata di studi del 12 novembre ospitata dal Comune di Pomarico.

Fondazione Orchestra Sinfonica di Matera

La Fondazione Orchestra Sinfonica di Matera è partecipata da Comune di Matera, Provincia di Matera e Conservatorio Egidio Romualdo Duni di Matera che ne sostengono le attività. A queste istituzioni si aggiungono: il Ministero della Cultura che ha ammesso l’Orchestra al percorso per il riconoscimento quale ICO Istituzione Concertistica Orchestrale e la sostiene attraverso il Fondo Unico per lo Spettacolo (Fus), e la Regione Basilicata, che la sostiene con fondi regionali. La stagione concertistica 2023, con la direzione artistica del Maestro Saverio Vizziello, è realizzata in collaborazione con il Teatro Mercadante di Altamura, il Festival Duni, Soroptimist Club di Matera, il Premio Internazionale Paganini e si svolge con il sostegno dei Comuni di: Accettura, Bernalda, Garaguso, Grassano, Irsina, Miglionico, Montalbano Jonico, Montescaglioso, Nova Siri Scalo, Pisticci, Policoro, Pomarico, Scanzano Jonico, Stigliano, Tursi e Valsinni, l’Arcidiocesi di Matera – Irsina – Tricarico, il Comitato organizzatore dei festeggiamenti per Maria Santissima della Bruna. 

PROSSIMI APPUNTAMENTI DELL’ORCHESTRA SINFONICA DI MATERA

Giovedì 23 novembre ore 20:30 Auditorium Raffaele Gervasio Matera e venerdì 24 novembre ore 20:30 Teatro Mercadante Altamura

MERCADANTE E DONNE SU UNA CANZONE D’AMORE

In collaborazione con l’Associazione Soroptimist Club Matera

ORCHESTRA SINFONICA DI MATERA

Direttore: Michele Nitti

Elisa Calabrese – flauto

Musiche di Mercadante, Rossini e Rota

Giovedì 7 dicembre ore 20:30 Auditorium Raffaele Gervasio Matera e venerdì 8 dicembre ore 20:30 Teatro Mercadante Altamura

IL VIRTUOSISMO DI SOLLIMA

ORCHESTRA SINFONICA DI MATERA

Giovanni Sollima – Violoncello e Direttore

Musiche di Sollima, Haydn e Beethoven

Informazioni su biglietti, prevendita e contatti:

Biglietti:

Ingresso singolo 10,00 € (*)

Ingresso singolo ridotto studenti 5,00 € (*)

Come acquistare a Matera:

Biglietteria:

•            Cineteatro Comunale Gerardo Guerrieri, in piazza Vittorio Veneto, 23 a Matera. Tutti i giorni dalle 18 alle 21.

•            Cartolibreria Montemurro, in via delle Beccherie, 69 a Matera. Dal lunedì al sabato dalle 10:00 alle 13:00 e dalle 17:00 alle 20:30.

Per informazioni sulla programmazione degli spettacoli: orchestrasinfonicamatera.it

È possibile contattare l’Orchestra Sinfonica di Matera anche tramite WhatsApp al numero +39 327 485 0461

PROSSIMI APPUNTAMENTI DEL FESTIVAL DUNI

Venerdì 17 novembre Matera Palazzo Viceconte ore 20:30

“Concerto per il Cardinal Montalto (Roma circa 1620)” 

Furio Zanasi voceEnsemble La ChimeraLiuto e direzione Eduardo Egüez

Sabato 18 novembre Matera Chiesa di San Giovanni Battista ore 20:30

“All’amata lontana” – Lettere amorose in musica da Monteverdi a Beethoven

Carlotta Colombo voceChiara Granata arpa baroccaLetture di Dinko Fabris

Domenica 19 novembre Matera Teatro Comunale Guerrieri ore 20:30

Frederic Rzewski, 36 variazioni sulla canzone “El pueblo unido jamás será vencido” 

Emanuele Arciuli pianoforte

Il concerto di sabato 18 novembre nella Chiesa di San Giovanni Battista è gratuito

Il costo dei biglietti per tutti gli altri appuntamenti è di €10 intero, €5 ridotto (studenti) 

Prevendite presso: Cineteatro Guerrieri piazza Vittorio Veneto Matera, Cartoleria Montemurro via delle Beccherie Matera

Prevendite online: www.webtic.it  pagina Cineteatro Guerrieri 

Tutte le informazioni su www.festivalduni.itwww.facebook.com/festivaldunimatera – Instagram @festivalduni 

Addetto stampa della Fondazione Orchestra Sinfonica di Matera – FOSM

Sissi Ruggi

tel +39.333.474.2509

e-mail ufficiostampa@orchestrasinfonicamatera.it

Ufficio stampa Festival Duni 

Simona Irene Simone 

tel +39.333.943.1857

e-mail simone.simona@gmail.com





Pubblicato su www.bari-e.it – Bari e…

Leggi qui tutto l’articolo

LA NOTTE DEL QUINTO GIORNO
Precedente LA NOTTE DEL QUINTO GIORNO
“Finalmente riecco il mio Torino! Classifica, abbiamo un obiettivo”
Successivo “Finalmente riecco il mio Torino! Classifica, abbiamo un obiettivo”

Leave a Comment:

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.