Samp-Palermo: ultima chiamata per Pirlo

  • 0
  • 33 views

TORINO – La 12ª giornata di Serie B si disputa prevalentemente oggi, con 7 gare su 10. Il match clou è la partita delle 16.15: a Marassi, l’inguaiata Sampdoria di Pirlo riceve il Palermo di Corini (e anche lui ha le sue gatte da pelare). In settimana, la piazza blucerchiata ha vissuto un’altra tappa di questa via crucis che sembra non finire mai. Il 4-0 rimediato in Coppa Italia a Salerno, s’è sommato al 3-1 incassato sabato scorso a Bolzano dal Sudtirol. La posizione della Samp è critica, come quella di Pirlo. In società, Manfredi sta per diventare presidente, pur restando legato a Radrizzani, l’altro socio nell’avventura alla Samp, entrambi sono a caccia di qualcuno che investa nel club. Pirlo, in caso di altro tonfo, stavolta potrebbe davvero salutare, anche se sono in discussione pure l’operato del dt Legrottaglie e del ds Mancini. Sull’altro fronte, sbarca al Ferraris un Palermo ferito per il ko rimediato domenica scorsa al Barbera col Lecco (che con quei tre punti ha raggiunto la Samp a 7 punti ma con 2 gare in meno). Tuttavia, i siciliani, a -6 dalla capolista Parma ma con una gara in meno, fuori casa sono un rullo compressore: hanno pareggiato alla 1ª giornata a Bari ma poi hanno sempre vinto (a Reggio Emilia, Ascoli, Venezia e Modena), 13 punti sui 15 disponibili e sui 20 totali, dunque. Ma oggi, nelle sei gare delle 14, scendono in campo pure le prime due inseguitrici del Parma, a -5 dalla capolista. Il Venezia di Vanoli, tre vittorie nelle ultime 4 uscite, è di scena in casa della Ternana penultima e reduce da due ko di fila, occasione da non fallire, a patto di non ripetere la prova dell’ultima trasferta (ko in casa della Reggiana, 1-0). Il Catanzaro di Vivarini invece, che deve riscattare la caduta di Como nello scorso turno (prova più negativa di quanto dica l’1-0 finale), al Ceravolo riceve il Modena, reduce da due vittorie di fila che hanno portato i canarini di Bianco al 6° posto, a -2 dalla zona A diretta. Insomma, un bello scontro diretto, e non solo da playoff. Completano il turno Bari-Ascoli (pugliesi da due gare guidati da Marino in cui ha raccolto 4 punti; marchigiani al 14° posto ma ricaricati dai festeggiamenti per il 125° compleanno del club); Cittadella-Brescia (entrambe vengono da 2 ko di fila, nelle rondinelle la panchina di Gastaldello è in discussione); Cosenza-Feralpisalò (calabresi a un punto dalla zona playoff, gardesani alla seconda uscita con Zaffaroni, dopo il 3-0 incassato a Piacenza dalla Reggiana); Pisa-Como (i toscani di Aquilani reduci da 2 ko di fila, 4 punti sopra la zona playout, lariani al 6° posto e carichi per la vittoria sul Catanzaro di una settimana fa). Il turno si chiude domani con tre gare, fischio d’inizio alle 16.15: Cremonese-Spezia, Parma-Sudtirol e Reggiana-Lecco.