Superbonus, arriva la garanzia Sace per le imprese con crediti bloccati

  • 0
  • 96 views

14/02/2023 – Arriva la Garanzia SACE in soccorso delle imprese che stanno lavorando con il superbonus 110% e che, a causa dei crediti bloccati, sono in crisi di liquidità.
 
Si tratta di SupportItalia, la garanzia fornita da SACE per i finanziamenti erogati sotto qualsiasi forma, da banche, istituzioni finanziarie nazionali e internazionali e dagli altri soggetti abilitati all’esercizio del credito in Italia.
 

Garanzia SACE, quali imprese ne hanno diritto?

Le imprese edili, contraddistinte dai codici ATECO 41 e 43, che realizzano o hanno realizzato gli interventi agevolati con il superbonus, hanno la possibilità di accedere a nuova finanza valorizzando i crediti fiscali maturati prima del 25 novembre 2022, che concorrono anche a determinare il merito creditizio che le banche attribuiranno alle aziende stesse.
 
Lo strumento finanziario è quello previsto dalla Legge di conversione del Decreto Aiuti-quater, cioè una garanzia SACE per le imprese di costruzione in difficoltà, con crediti bloccati nel proprio cassetto fiscale, ma senza liquidità per i finanziamenti.
 
La paralisi dalla cessione dei crediti maturati grazie al superbonus 110% e agli altri bonus edilizi ha molteplici cause e il generale effetto di aver messo molti proprietari, professionisti ed imprese nella condizione di non riuscire a smaltire i crediti maturati o acquistati.
 

In primis il blocco è causato dall’altissimo numero di richieste di cessione. Le banche e gli istituti di credito hanno esaurito i plafond disponibili e non acquistano ulteriori crediti.
 
Un altro motivo del rifiuto di acquistare i crediti, da parte dei soggetti che possono farlo, è il timore del sequestro dei crediti stessi, disposto nei casi in cui si sospetta che possano derivare da operazioni fraudolente.
 
Il risultato sono 15 miliardi di euro di crediti fiscali incagliati (stime Ance) che rischiano di provocare il fallimento di 25.000 imprese, problemi per 90.000 cantieri e 130.000 disoccupati.
 

Garanzia Sace per le imprese con crediti superbonus bloccati

Le linee di credito accordate dalle banche e con garanzia SACE 2023, potranno essere utilizzate per finanziare i costi relativi a nuovi investimenti, capitale circolante, costi del personale, canoni di locazione o affitto di ramo di azienda, in linea con quanto previsto dalla Legge di conversione del Decreto Aiuti-quater.
 
La Garanzia SACE 2023, chiamata SupportItalia – spiega il Gruppo assicurativo-finanziario italiano, controllato dal MEF e specializzato nel sostegno alle imprese e al tessuto economico nazionale – va ad aggiungersi a quanto SACE, anche attraverso le società del Gruppo, è in grado di offrire alle imprese del settore edile: dalle garanzie in fase di gara per la sottoscrizione e adempimento del contratto, alle cauzioni a supporto dell’attività, fino alle coperture contro i rischi in cantiere e della costruzione.
 



Pubblicato su www.edilportale.com – Rossella Calabrese

Leggi qui tutto l’articolo

Centro nazionale per la mobilità sostenibile: ricerca e imprese insieme per la transizione green e digitale dei trasporti
Precedente Centro nazionale per la mobilità sostenibile: ricerca e imprese insieme per la transizione green e digitale dei trasporti
Proroga sconto in fattura e cessione del credito 2023, le comunicazioni slittano al 31 marzo
Successivo Proroga sconto in fattura e cessione del credito 2023, le comunicazioni slittano al 31 marzo

Leave a Comment:

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.