Enea: il Superbonus attira investimenti per 65 miliardi di euro

  • 0
  • 95 views

09/02/2023 – Secondo Enea, il Superbonus per gli interventi di efficientamento energetico smuove investimenti per 65 miliardi di euro e costa circa 72 miliardi di detrazioni fiscali.
 
I dati sono contenuti nel rapporto mensile che fotografa la distribuzione degli interventi agevolati con il Superbonus.
 

Enea, Superbonus a quota 65 miliardi di investimenti

Il dato complessivo, raccolto da Enea, mostra un totale di investimenti in efficientamento energetico pari a 65,2 miliardi di euro.
 
Le detrazioni previste a fine lavori ammontano a 71,7 miliardi di euro.
 
Rispetto al mese di dicembre, c’è stato un aumento pari a 3 miliardi di euro, in linea con l’andamento generale che la detrazione ha avuto dalla sua istituzione fino ad oggi.
 
Dal 2020, infatti, il volume della detrazione è cresciuto quasi sempre di 3 miliardi al mese, tranne qualche impennata. A settembre 2022, ad esempio, c’è stato un aumento di 8 miliardi degli investimenti, ma il particolare incremento era collegato ad un cambiamento della normativa: l’obbligo, per le unifamiliari, di completare il 30% dell’intervento complessivo entro il 30 settembre 2022 per continuare a beneficiare del Superbonus.

 

I dati Enea sui lavori agevolati col Superbonus

Secondo l’Enea, il Superbonus ha fatto aprire più di 372mila cantieri: 51mila nei condomìni, 215mila nelle unifamiliari e 106mila nelle unità immobiliari funzionalmente indipendenti.
 
L’investimento medio si conferma maggiore nei condomìni, dove gli interventi costano di più, ed è pari a quasi 595mila euro.
 
L’investimento medio scende invece a quasi 114 mila euro nelle unifamiliari e a 97mila euro nelle unità immobiliari funzionalmente indipendenti.
 

Superbonus, il nodo delle risorse

Anche se, sulla base dei dati Enea sul Superbonus, gli investimenti e il numero di interventi continuano a crescere, bisogna fare i conti con le risorse, che ammontano complessivamente a 33,3 miliardi di euro.
 
Gli investimenti continuano a crescere nonostante da gennaio siano in vigore regole meno generose.
 
Ricordiamo infatti che l’aliquota della detrazione è scesa al 90% per unifamiliari e condomìni e che solo in pochi casi si continua ad usufruire del Superbonus 110%.
 



Pubblicato su www.edilportale.com – Paola Mammarella

Leggi qui tutto l’articolo

Nuove infrastrutture per 500 milioni di euro, via libera del Cipess
Precedente Nuove infrastrutture per 500 milioni di euro, via libera del Cipess
Strutture amovibili e temporanee, quali sono le differenze
Successivo Strutture amovibili e temporanee, quali sono le differenze

Leave a Comment:

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.