Come la digitalizzazione può contribuire a un’edilizia più efficiente?

  • 0
  • 71 views

02/02/2023 – I professionisti del settore dell’architettura, dell’ingegneria e dell’edilizia AEC, acronimo di Architecture, Engineering, and Construction, sono chiamati ad affrontare e risolvere un problema straordinariamente complesso: riprogettare e ricostruire il mondo per affrontare le nuove sfide del presente.
 
Rendere il mondo più equo e sostenibile per i nuovi modi di vivere e lavorare è una responsabilità enorme. Ma tutto questo è possibile se supportato dalla giusta tecnologia.


 
Alcune stampanti non sono così precise come dovrebbero. Come si stampano con precisione PDF complessi?
 
“Questo è un problema tipico di molte stampanti di grande formato, ma non è di certo il caso dei plotter HP. I professionisti del settore AEC utilizzano tutta una serie di pacchetti software per produrre progetti e quindi progredire verso la costruzione del nostro ambiente edificato.
 
In ogni caso, indipendentemente dal pacchetto utilizzato, i piani verranno mappati in un file PDF: è lo standard del settore.
 
Quando il documento PDF viene inviato alla stampante, le informazioni contenute in questo devono essere convertite in informazioni di stampa. Non tutte le stampanti supportano il software Adobe PostScript nativo, il che significa che la conversione in stampa può modificare o persino perdere informazioni.
 
I plotter HP sono totalmente compatibili con Adobe PostScript, il che significa che la conversione dal documento PDF alla stampa è semplice e precisa”.
 Come la digitalizzazione può contribuire a un’edilizia più efficiente?  
Come si assicura la precisione del tratto con i vostri plotter?
 
HP testa i tracciati e l’inchiostro su carta standard non trattata. Si tratta di un aspetto molto importante. Quando l’inchiostro viene depositato sulla superficie della carta produce una macchia, in modo maggiore o minore a seconda del tipo di materiale.
 
Sebbene la carta trattata in modo speciale possa contribuire ad attenuare questo problema, i plotter HP sono progettati per ridurre al minimo le macchie, con linee sottili e grande precisione indipendentemente dalla carta utilizzata.
 
HP si è sforzata al massimo per produrre un sistema end to end con inchiostri speciali che forniscono linee sottili e precise, con neri più intensi e colori vivaci per trasmettere il massimo delle informazioni possibili sulla pagina.
 
Ogni tratto e ogni colore risulteranno eccezionali e forniranno le informazioni previste nel design quando presentate”.
 
Come la digitalizzazione può contribuire a un’edilizia più efficiente?

Come è possibile produrre tracciati a colori di alta qualità in tempi più brevi?
 
“Molti professionisti del settore AEC scelgono stampanti a toner per una stampa monocromatica veloce, e plotter a getto d’inchiostro per tracciati a colori più dettagliati, che possono richiedere tempi di stampa più lunghi.
 
PageWide XL propone ai professionisti del settore AEC il meglio di entrambi i mondi, offrendo stampe a getto d’inchiostro di alta qualità con la velocità delle stampanti a toner. I plotter PageWide XL sono dotati di una tecnologia a getto d’inchiostro che copre l’intera larghezza della pagina e consente di produrre tracciati a colori e ad alta risoluzione alla velocità di un toner.
 
Questo approccio riduce drasticamente il costo e i tempi di stampa, aumentando contemporaneamente la qualità”.
 
In che modo le stampanti HP ci aiutano a dedicare più tempo alla creazione di lavori di qualità?
 
“Per chi lavora in un ufficio tradizionale, stampare in A4 o A3 è semplice: in genere basta fare qualche clic per stampare e il gioco è fatto. Tuttavia, quando si arriva fino al formato A0 utilizzando file complessi in cui sono potenzialmente presenti centinaia di strati, le impostazioni della stampante, come l’orientamento e i margini, devono essere reimpostate ad ogni stampa.
 
Il software HP Click elimina una parte significativa della complessità, calcolando automaticamente le impostazioni, inclusi i margini e l’orientamento, per ogni stampa.
 
In questo modo, non solo si semplifica la stampa di grande formato, ma si rimuove anche un numero significativo di clic prima che sia possibile procedere con la stampa, consentendo ai professionisti del settore AEC di dedicare meno tempo all’amministrazione e diventare più produttivi”.
 
Come la digitalizzazione può contribuire a un’edilizia più efficiente?

Perché le aziende devono continuare a investire nella stampa di grande formato nonostante queste nuove modalità di lavoro?
 
“Le modalità di lavoro digitali sono diventate la nuova normalità nel settore AEC, e consentono di aumentare la produttività, la precisione e il controllo.
 
Tuttavia, la stampa rimane parte integrante dei progetti di successo, sia in fase di progettazione che di costruzione, perché i professionisti hanno bisogno di leggere piani privi di qualsiasi ambiguità, e questo è possibile solo con tracciati accurati.
 
Soprattutto nel caso dei progetti più complessi, risulta più difficile visualizzarli nelle loro versioni digitali. Anche sui monitor ad altissima definizione c’è spazio per l’ambiguità. Utilizzando tracciati accurati, i professionisti del settore AEC possono avere la certezza di disporre delle informazioni giuste prontamente e inequivocabilmente disponibili: grazie a questi, possono individuare gli errori più facilmente e aumentare l’efficienza.
 
Inoltre, stampando i progetti, i professionisti del settore AEC possono dedicare tempo ed energie ai tracciati senza distrazioni digitali.
 
Sebbene i clienti si affidino agli strumenti digitali disponibili, le stampe sono imprescindibili nei momenti chiave dell’avanzamento di un progetto, dalla presentazione e vincita di una gara di appalto agli aspetti chiave che devono essere sottoposti all’attenzione del cliente. I tracciati consentono ai clienti di consultare più facilmente le informazioni, senza ambiguità.
 
Infine, la precisione tipica delle stampe contribuisce a colmare la distanza tra colleghi e partner e favorisce una collaborazione efficace, in particolare quando i plotter possono interfacciarsi perfettamente con i sistemi di gestione dei progetti o BIM (Building Information Management), e tutto questo è possibile con i plotter HP”.
 
Grazie ai plotter HP DesignJet e PageWide XL, i professionisti del settore AEC possono perseguire la loro missione di migliorare il nostro ambiente edificato con successo, preparandoli alle sfide del presente e del mondo di domani. Per contattare un esperto HP DesignJet clicca QUI
 



Pubblicato su www.edilportale.com –

Leggi qui tutto l’articolo

Direttiva riqualificazione energetica, Ance: ‘senza bonus servirebbero 630 anni’
Precedente Direttiva riqualificazione energetica, Ance: ‘senza bonus servirebbero 630 anni’
Bonus acqua potabile, quale aliquota per il 2023?
Successivo Bonus acqua potabile, quale aliquota per il 2023?

Leave a Comment:

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.