Deprecated: Required parameter $args follows optional parameter $depth in /var/www/vhosts/wikipuglia.it/httpdocs/wp-content/themes/gmag/includes/functions.php on line 60

Deprecated: Required parameter $output follows optional parameter $depth in /var/www/vhosts/wikipuglia.it/httpdocs/wp-content/themes/gmag/includes/functions.php on line 60
5 CONSIGLI PER UNA GUIDA SICURA IN MOTO CON GIUSEPPE PALMISANO DI “PG MOTORS” – WikiPuglia

5 CONSIGLI PER UNA GUIDA SICURA IN MOTO CON GIUSEPPE PALMISANO DI “PG MOTORS”

  • 0
  • 302 views
Scorri per scoprire tutto

Muoversi sulle due ruote rappresenta la libertà di essere se stessi, infrangendo gli schemi imposti dai veicoli a quattro ruote e godendosi l’adrenalina del viaggio. Ma cosa accade quando il rischio prende il sopravvento, e la sicurezza viene meno? Ci si imbatte in momenti  – per utilizzare un eufemismo – “evitabili”; perché gli imprevisti sono sempre dietro l’angolo, ed ogni motociclista che si rispetti ne è cosciente.

Le due ruote sono, prima di ogni altra cosa, passione, ma anche sicurezza e disciplina. Per questo motivo, abbiamo redatto 5 consigli per godersi l’emozione delle due ruote senza rischi.

 

  1. La fretta è cattiva consigliera, specialmente quando vi è l’interesse di un motociclista; in larga misura, le moto sono più piccole dei normali veicoli a quattro ruote, e questo vuol dire solamente una cosa: scarsa visibilità. Il rischio di non essere visti durante un sorpasso frettoloso è alto, quindi, bisogna assicurarsi che, chi viene superato, sia consapevole di quel che sta accadendo. Lampeggiare con i fanali e far sì che il guidatore davanti si accorga di voi è fondamentale.

 

  1. Il motociclista e la sua moto sono un tutt’uno, nel vero senso della parola. La muscolatura si irrigidisce con l’accrescersi della velocità, con la conseguente difficoltà nello svolgere manovre altresì semplici. Frenare, superare e svoltare improvvisamente, sono azioni che, ad alta velocità, richiederanno giusta concentrazione, tempistiche ed una buona dose di esercizio fisico.

 

  1. Esiste un motivo dell’esistenza di due freni. È comune l’errore di utilizzarne solo uno – che sia anteriore o posteriore -, mettendo a rischio l’equilibrio del veicolo; il singolo freno non basterà ad arrestare correttamente la propria corsa, specialmente se bruscamente.

 

  1. La scarsa visibilità è uno dei peggiori rischi che corre un motociclista. Spazi angusti, curve strette, la tentazione di un sorpasso azzardato. Il desiderio di lasciarsi trasportare dalle emozioni in situazioni di poca visibilità, comporterà rischi non calcolati e, a volte, inevitabili. Perché, chi vi precede, potrebbe essere distratto e non accorgersi del vostro arrivo.

 

  1. Le strade, cittadine e non, possono nascondere insidie anche per il motociclista più esperto. Prendere una buca con una moto, significa perdere aderenza con l’asfalto, specialmente in giornate di pioggia. Conoscere la strada è la miglior arma di difesa e, se non ci dovessero essere i presupposti, guidare con maggior concentrazione per evitare inutili inconvenienti.

 

Restando in tema sicurezza, abbiamo avuto il piacere di intervistare il Sig. Giuseppe Palmisano, appassionato nonché titolare di PG Motors, vendita e ricambi moto: progetto nato nel febbraio del 2002 e situato in Via Indipendenza 57 ad Alberobello.

 

Ci racconti di lei.

«PG Motors nasce dalla mia passione di una vita, il mondo delle due ruote, e non solo come discorso prettamente commerciale» racconta Giuseppe. «Ero, sono, e morirò motociclista» afferma emozionato.

 

Qual è la sua moto preferita?, preferisce uno stile di guida in particolare?

«Non ho una tipologia che amo più di un’altra. Ho guidato di tutto e amo andare in moto, semplicemente» ha risposto. «Quando guido sono felice!»

 

Ad Alberobello si organizzano molti Tour in moto?

«Certo, scoprire Alberobello in moto è un’esperienza unica. Purtroppo, manca l’informazione basilare su dove e come parcheggiare. Sono molte le strutture con parcheggi, ma poche adibite all’uso specifico delle moto.» Infine, ha aggiunto: «Sono state molte le volte in cui ho fornito le indicazioni del mio negozio come punto di riferimento per aiutare a trovare parcheggio.»

 

Si parla molto di guida sicura. Qual è il consiglio che darebbe a chi inizia ad approcciarsi a questa realtà?

«Posso affermare con decisione che, l’unico vero consiglio che mi sento di dare, è studiare in una buona scuola guida e fare molta esperienza. Le protezioni, inoltre, possono salvare la vita» ha spiegato, per poi proseguire, «perché un guanto con protezioni alle nocche evita di rovinarsi le mani a seguito di una caduta, così come uno stivale evita la rottura della tibia se la moto dovesse cadere di peso sulla gamba. Non importa il prezzo dell’accessorio, l’importante è che sia tecnico e da moto». A malincuore, ha concluso: «Ovviamente, se si finisce a 250 km orari contro un muro a secco, le protezioni possono fare ben poco; per questo motivo consiglio sempre una guida sicura e responsabile».

 

GLI EFFETTI DELLA RABBIA NEL NOSTRO CORPO,  “e nella nostra vita”
Precedente GLI EFFETTI DELLA RABBIA NEL NOSTRO CORPO, “e nella nostra vita”
BAO “dalla tradizione cinese, un must dello street food occidentale”
Successivo BAO “dalla tradizione cinese, un must dello street food occidentale”